Campioni Oltre, storie di sport e vita nel segno di S07

Lo sport sa regalare splendide favole. Storie incredibili di campioni capaci di raggiungere risultati straordinari, ma anche vittorie inaspettate che svelano autentici miracoli. Oppure, semplicemente, storie di sconfitte da dove però si riparte ricostruendo percorsi di vita straordinari.

L’agenzia S07 riconosce in questi ideali la sua stessa mission. Ecco perché ha scelto di sostenere un’opera come “Campioni Oltre”, l’antologia di racconti sportivi a cura di Luca Borioni per Neos Edizioni.

Il libro è stato ufficialmente presentato a Torino e proprio l’agenzia S07 ha provveduto a organizzare l’evento che si è svolto nello splendido contesto del Cral Reale Group di corso Giovanni Agnelli.

Il logo di S07 ha fatto da sfondo alla presentazione dei racconti e degli autori che hanno partecipato alla raccolta, prima uscita della collana “Sport Mirabilia”. Sul palco sono saliti scrittori e protagonisti delle storie. In primis Mirza Alibegovic, il capitano della Reale Mutua Torino, la squadra di basket che partecipa al campionato di serie A2. Un campione protagonista ma anche scrittore di uno dei sedici racconti del libro. In “Il mio diario del virus” ha infatti raccontato la quarantena, quella che lo ha costretto a restare fermo e isolato, lontano dalla pallacanestro per circa un mese dopo aver contratto il Covid nella scorsa stagione.

Poi è stata la volta di Stefano De Simone, protagonista del racconto “Il giocatore errante”, scritto da Carlo Morizio. Una storia sorprendente, tra Africa, Oriente e Sudamerica, con il pallone che diventa linguaggio universale tra una memorabile partita con i monaci buddisti e il campionato africano giocato da unico bianco in una squadra di neri.

Anche Giorgia Balzola ha anticipato la trama del suo racconto, “Una mamma d’oro”, profilo della campionessa di scherma Mara Navarria, medagliata a Tokyo ma anche e soprattutto mamma che ha saputo conciliare lo sport al livello più alto con la gravidanza e la maternità.

Una bella serata, gradita dal pubblico in sala e conclusa con gli autografi di rito, impreziosita anche dalla presenza delle telecamere Rai. Per S07 una buona vetrina e soprattutto l’occasione per sottolineare il suo legame con i valori sportivi: condivisione, gioco di squadra, passione e voglia di vincere.

facebook
Twitter
error

Ti piace il blog? Condividi gli articoli